Skip to content →
  • Gilda & Ulisse
  • Gilda & Ulisse
  • Gilda & Ulisse
  • Gilda & Ulisse
  • Gilda & Ulisse

eventi in calendario

Aiuto! I suoi cani vengono prima di tutto!


Nel tentativo di dimostrarmi quanto siano premurose nei confronti dei propri cani, spesso le persone finiscono con il confermare l’allarmante arretratezza della cultura cinofila (ma il discorso potrebbe essere allargato a tutti gli animali) del belpaese.
Qualche esempio?

1. I miei cani vengono prima di me: gli cambio l’acqua tutti i giorni e compro le crocchette di quella marca là!

Non contesto certo il fatto di cambiare l’acqua al cane (fatto salvo che andrebbe controllata e cambiata almeno tre volte al giorno), né tantomeno la marca di mangime scelto. Quello che mi fa rabbrividire è la superficialità con cui i bisogni del cane vengono relegati al puro sostentamento. Sarebbe come asserire di essere un buon genitore perchè i figli non vengono
lasciati morire di fame. Credere che pulire, nutrire ed abbeverare il proprio pet sia necessario per garantirgli uno stile di vita dignitoso è un errore di concetto: siamo sulla soglia del maltrattamento. Si negano totalmente l’urgenza relazionale ed esperienziale del cane. Gli si riempie la pancia e gli si svuota l’anima. A chi piacerebbe?

2. Io amo gli animali, ma il cane deve fare il cane!

Giusto. Parole sante. Condivido. La pensiamo uguale... ammesso che tu sappia cosa significhi essere un cane.
Essere un cane significa: non essere legato ad una catena, fare vita sociale, esplorare il territorio, giocare, leccare gli angoli della bocca ai membri del branco, mangiare le feci degli erbivori (fonte ricca di fibre), cacciare, annusare e farsi annusare il sedere e le tracce olfattive (urina),
mordicchiarti per assicurarsi che il tuo pelo sia ben pulito e tu soddisfatto, mangiare carcasse, scavare buchi, etc.
Sono cose che permetti al tuo cane?

3. Beh, chi non ha un giardino non dovrebbe avere un cane!

Per quanto mi sia impegnato nel corso della mia esistenza, non ho mai capito quale sia l'indissolubile relazione che proietta nell'immaginario comune il cane alla stregua del povero Cucciolo di gesso al fianco di Biancaneve. Né riesco a spiegarmi possa avere più diritto quello st...zo che lascia il cane alla catena sotto il sole in giardino, rispetto ad altri che vivono in appartamento. Chi pensa che la necessità primaria del cane sia correre in un prato è in errore.
Certo che stare all'aria aperta (sempre che le condizioni climatiche lo permettano) è salutare, quanto lo è per noi. Ma fra un giardino vuoto ed un monolocale in compagnia, cosa sceglierebbe un cane? Se un cane corre tutto il giorno in giardino, non è felice: è iperattivo, cioè afflitto da una patologia comportamentale. Non è libero, ma schiavo dei suoi problemi.
Se il cane è in piena salute psico-fisica, durante la vostra assenza si annoierà allo stesso modo sia in casa che in giardino. Evitare che si annoi deve essere la vostra preoccupazione. Dove è un problema secondario. Un problema di chi ha un giardino grande ed una testa piccola.

4. Il cane deve capire chi comanda, uno schiaffo ogni tanto ci vuole!

Frustrati di tutto il mondo unitevi! Ecco a Voi il cane, il più grande rimedio per i complessi di inferiorità dell'uomo! Anzi, del vero macho, del vitellone da spiaggia anabulemimpotente!
La convinzione che in natura comandi il più forte è un fraintendimento del tutto umano. Se osserviamo in maniera critica la nostra storia, ci accorgeremo che la paura è un "metodo prosociale" così radicato e che abbiamo sentito la necessità di estendere, istituzionalizzare ed addirittura venerare. In un branco c'è più civiltà. La violenza non è ammessa. Non è utile, ma nociva, dannosa. La dispersione inutile di energie non trova spazio nella realtà naturale. Il più forte in natura è il più abile, colui che è in grado non di sottomettere, ma di assicurarsi il miglior tenore di vita. Vi sembra che uno squilibrato schizofrenico incoerente possa essere considerato in grado di comandare dal proprio cane?



Inserito il 10 Jul 2010 da ulisse


< Indietro


eventi in calendario

CALENDARIO NOVEMBRE 2017


FullSizeRender(1).jpg ... per saperne di più

CALENDARIO SETTEMBRE 2017


FullSizeRender.jpg ... per saperne di più

LA CURA DEL PELO


VENERDI' 04 AGOSTO 2017 dalle 21.00


UNA SERATA IN PELLICCIA

Presso il nostro campo ENAC a SANGUARZO (Cividale del Friuli) IMG_1250.PNG ... per saperne di più

CALENDARIO AGOSTO 2017


1image1.PNG ... per saperne di più


< 1 2 3 4 5 >